28 aprile Trail Prarostino – Corsa dei Record Caselle

Giovedì 25 aprile, allenamento collinare , 3° tempo. Inebriati da cappuccini, brioche, cioccolata e affini qualcuno dice: “E domenica che cosa facciamo?”. Le previsioni danno bel tempo e l’amico Ultratrailer Omar ha organizzato, a Prarostino, la prima edizione Trofeo della Liberazione

Trail da 8 km e 440mt D+ con associata una camminata di 6 km. Un rapido sguardo al volantino che promette un interessante pranzo con: pasta,acciughe al verde, toma, miele e altre prelibatezze locali. A quel punto tutti a testa china sul cellulare pronti ad inviare la mail di iscrizione.

Ecco che il 28 mattina alle ore 8.30 oltre 20 rappresentanti del Gruppo Sportivo Interforze

riempiono le strade della Borgata San Bartolomeo di Prarostino. Ritiro pettorali e ricco pacco gara. Alle ore 9.15 gli oltre 150 partecipanti sono pronti sotto il gonfiabile. Ultime indicazioni da parte degli organizzatori, sia per chi corre sia per chi cammina e VIA! Il percorso si presenta subito bello strong con salite molto ripide seguite da discese altrettanto impervie che mettono a dura prova gli atleti GSI che non si fermano davanti a nulla e terminano il percorso facendo sentire la loro presenza.

I risultati arrivano: la nostra Top Runner Michela Ruzza conquista il podio come 2donna assoluta mentre l’inossidabile Gerardo Della Primavera lascia dietro di sé atleti di gran lunga più giovani. Ultimo, ma non per importanza, un risultato che ormai non è più una sorpresa: il Gruppo Sportivo Interforze squadra più numerosa premiato con una buonissima Toma locale che non arriva nemmeno sul tavolo.

Terminate le formalità di rito il resto della giornata procede con un gustoso e abbondante pranzo offerto dalla locale Pro Loco, il tutto condito dall’allegria che ci contraddistingue. A Prarostino parleranno ancora a lungo di noi.

Stesso giorno, in una galassia lontana nominata la Corsa dei Record, GSI fa parlare di sé. A rappresentarci Denis Sansoè e Giovanni Shoble che, proiettato verso l’infinito e oltre, chiude la gara con il Suo tempo da record (1h 26m 34s).

Sul Lago d’Iseo Giunia Gillio Tos e Giuseppe Sassano chiudono un lungo bucolico da 26 km alla Sarnico Lovere .

Complimenti a tutti

GSI Team News – Andrea

 

 

 

 

 

Paris Marathon 2019

Qui Parigi, 14 aprile 2019.
Dalle strade che convergono all’Arco di Trionfo arrivano frotte di corridori, sono 60.000 gli iscritti alla competizione, e tutto è pronto per la 43ma edizione della Maratona nella “plus belle ville du monde” (così recita con un pizzico di campanilismo lo speaker della manifestazione) e i gladiatori GSI non si faranno trovare impreparati. Con il pettorale saldo in petto abbiamo Simona Ametis, Flavio Bellone, Simona Boassa, Natascia Dini, Dario Dossetti, Daniele Giacalone, Archimede Grassi, Iftin Hassan, Rolf Hilfiker, Valeria Onea, Sirlene Pereira, Vittorio Sicara, Claudio Stopazzola, Stefania Vallone, Daniela Verduna e Francesco Zito.
A seconda della griglia di appartenenza i nostri atleti cominciano a incamminarsi verso lo start della corsa all’imbocco di Avenue des Champs Elysées, concentrati sul loro obiettivo: conquistare la medaglia e la t-shirt dei FINISHER! La giornata è soleggiata ma la temperatura è rigida: una manna per i runner che non rischieranno di soffocare dal caldo come potrebbe succedere, talvolta, ad Aprile.

Trois, duex, un…partono…e poco dopo anche noi supporter (Roberta Bellacicco, Gabriella GuglielmiBarbara La Nave, Piero Rosato e io) iniziamo il nostro viaggio a tappe sul tracciato della gara per incoraggiare i compagni in cerca di una faccia amica. Ma questa è davvero la Maratona nella città più bella del mondo, lo speaker non esagerava: lungo tutto il perimetro tifosi francesi e di tutte le nazionalità non smettono di acclamare gli atleti, incitandoli con il loro nome e inoltre il percorso è mozzafiato; 42,195 km distribuiti ad arte per toccare tutti i luoghi simbolo di Parigi: da Notre-Dame (siamo stati gli ultimi a vederla così) alla Tour Eiffel, da Les Invalides al Louvre per arrivare a Place Charles-de-Gaulle, in passato chiamata de l’Etoile per la sua curiosa forma a stella, dove campeggia imponente l’Arc de Triomphe.

E si tratta sul serio di un trionfo per i nostri runner. Prima di tutto vorrei menzionare Daniela Verduna e Vittorio Sicara che ottengono la loro prima medaglia da Maratoneti (e Vittorio anche con un risultato invidiabile al debutto), e poi citerei senz’altro le splendide performance della prima delle donne Interforze, Natascia Dini e del primo tra gli uomini, Flavio Bellone. Ma il successo è di tutti (o quasi) e fioccano anche i personal best.

Non voglio tralasciare, infine, la generosa prestazione di Francesco Zito, talentuoso neo-acquisto della squadra, che, pur visibilmente sofferente, porta a casa l’agognata medaglia, anche con un risultato di tutto rispetto.

Il Gruppo Sportivo Interforze, insomma, torna a casa con un bel bottino di traguardi e di emozioni.

 

 

 

Dal GSI TeamNews è tutto. Annina

T-FAST 1OK & altre Gare

Domenica 14 aprile, in una giornata che si preannunciava piovosa, il Gruppo Sportivo Interforze con il solito entusiasmo invade Galleria San Federico per prepararsi a partecipare alla T-FAST, 10km da via XX Settembre a Stupinigi. 

Gli atleti arrivano alla spicciolata già dalle 8. Ogni amico che si aggiunge è una festa. I selfie si sprecano, le risate e l’allegria risuonano e spazzano via l’emozione mista ad un pizzico di ansia (a volte anche inconsapevole) che salgono in attesa dello start. 

 

 

Tutto scorre tranquillo, alcuni iniziano il riscaldamento in via Roma. Nel frattempo arrivano anche Matteo e Filippo i capitani delle squadre Rolling Pacers che per questa competizione hanno deciso di tagliare il traguardo in 50min per Filippo e 1 ora per Matteo. 

Gli equipaggi sono pronti. I palloncini segnatempo anche. Ad un tratto un grido risuona per tutto il centro di Torino: FOTOOOOOOOOOOOOO!!!!!!! Ecco la nostra Marcella che ci richiama all’ordine. In pochi secondi la scalinata del cinema Lux si riempie. Tutti in posa per la foto di rito. Il fotografo è costretto ad allontanarsi, il suo obbiettivo non riesce a contenere il gruppo dei 52 partecipanti.

Ultimi saluti e tutti alla partenza. La decisione dell’organizzazione di posizionare lo start in via XX settembre crea qualche problema causato dalle strette dimensioni della via in relazione al numero dei partecipanti ma, superata la difficoltà iniziale, la gara è scorsa tranquilla su un bel percorso lineare e quindi molto veloce. 

Passando ai risultati: I Rolling Pacers hanno spaccano il secondo ricevendo i complimenti di molti partecipanti per l’aiuto fornito a tenere il ritmo; primo classificato Interforze è Corcione Maurizio con il tempo di 38:08 (davvero T-FAST); il sempre più veloce Giovanni Shoble frantuma il suo precedente personal best chiudendo in 39:08.

La prima donna? Che domanda… l’inossidabile Michela Ruzza che nonostante un recente infortunio torna alle luci della ribalta con il suo ottimo 44:26.

I podi non sono mancati con l’inarrestabile Gerardo della Primavera 3° di cat

e il nostro nuovo Presidente Salvo Critelli che solleva la coppa per la 1° squadra più numerosa.

Bravissimi anche gli altri atleti GSI che hanno davvero fatto sentire la loro presenza lungo tutto il percorso.

Nella stessa giornata alla Lago Maggiore Half Marathon Davide Aguilar conquista il 2° podio di categoria e Maria Mercaldi il 1° posto di categoria .

 

Insomma! Una fantastica domenica targata GSI.

Il  GSI TeamNews  si è rinnovato !

Annarita Raso e Andrea Pellegrini daranno una mano alla CdC.